mercoledì, Aprile 17

Sorteggio dei magistrati

Lo fara’ Luciano Moggi

Con la nuova riforma della giustizia ci si affidera’ all’ex diesse della Juventus

Freme all’interno delle aule del Parlamento italiano l’attesa per la riforma della giustizia. Onde evitare ulteriori scandali dopo il clamoroso ‘caso Palamara’ di cui per mesi e mesi si sono occupati tutti i talk show televisivi. Tra i punti piu’ importanti nel confronto tra i vari partiti su questi complessi temi c’e’ sicuramente la nomina dei componemti del Csm (Consiglio superiore della magistratura).
Quest’ultimo organo e’ importantissimo in quanto si tratta dell’unico tribunale che puo’, secondo i dettami della Costituzione, processare gli stessi giudici. Formalmente lo presiede il Presidente della repubblica ma l’elezione dei membri che lo compongono ha dato, negli ultimi anni, l’impressione di essere tutt’altro che trasparente in quanto condizionata dalle varie correnti politiche.
Quindi? Che fare? A Montecitorio i politici stanno sacrificando ore e ore in trattative e pare che, finalmente, un accordo si stia trovando. Un nome alla quasi totale unanimita’ sta mettendo tutti d’accordo. Ad effettuare l’estrazione a ‘sorte’ dei giudici del Csm sara’ un individuo di assoluta affidabilita’, con conoscenze di anni nell’ambito della politica che, negli ultimi tempi, era sparito un tantino dalla scena, quindi vogliosissimo di ritornare in auge: Luciano Moggi. Proprio lui, dopo essere stato bendato, dovra’ estrarre dall’urna i nomi dei prossimi magistrati che comporranno il Csm. “Sara’ un’operazione all’insegna della totale trasparenza.”, ha affermato, “Chi si ricorda i bei tempi in cui ero direttore sportivo della Juventus sa come sia abituato a lavorare nella assoluta correttezza e imparzialita’… Vedrete…”.

Luciano Moggi